Montepulciano D’abruzzo Colline Teramane Docg – Primamadre Vini la quercia

€13,90

Montepulciano D’abruzzo Colline Teramane Docg – Primamadre Vini la quercia

€13,90
Descrizione Prodotto

Montepulciano D’abruzzo Colline Teramane Docg – Primamadre Vini la quercia

 

Una storia fatta di valori, amicizia, fortuna. E la volontà di fare un prodotto semplice ma di qualità

L’azienda agricola La quercia è condotta da quattro amici che sul finire degli anni ottanta divennero casualmente colleghi di lavoro Elisabetta Di Berardino, infatti, responsabile amministrativo, inizio’ a lavorare presso un’azienda vinicola e di consulenza, dove lavorava già’ da alcuni anni l’enologo Antonio Lamona ed il responsabile commerciale Luca Moretti e dove approdò dopo alcuni anni l’enotecnico Fabio Pedicone.Insieme lavorarono fino al duemila quando decisero di rilevare L’azienda agricola La quercia, con la quale avevano già’ collaborato in qualità di consulenti.L’azienda Agricola La quercia è una piccola azienda vitivinicola che si estende per circa 46.50 ettari circa di vigneto e circa 5 ettari di oliveto con annesso uno stabilimento enologico di circa 400 mq con capacita’ produttiva di circa 4000 hl di vino. L’attività dell’azienda è improntata al rispetto per la natura in quanto si è convinti che ciò’ sia fondamentale per ottenere un buon prodotto e per rispettare la salute dell’uomo e della fauna.Durante la lavorazione il prodotto viene trattato il meno possibile affinché nel bicchiere si possa trovare il riflesso della terra di origine e delle sue caratteristiche tipiche. Alla base della lavorazione c’è la qualità e la tipicità del prodotto che consente l’identificazione del vino e della terra d’origine.

 

Denominazione: Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Denominazione di Origine Controllata e Garantita.
Uva: Montepulciano 100 %.
Altitudine: 210 m s.l.m.
Terreni: medio impasto.
Vigneto: filare, guyot semplice.
Vendemmia: Raccolta manuale, ultima decade di Ottobre previa selezione uve in vigneto.
Vinificazione: Dopo la diraspapigiatura, il pigiato viene trasportato in vasche di cemento vetrificato.
La fermentazione è svolta a contatto con le bucce ad una temperatura di 30 °C, non oltre, per favorire
l’estrazione. Durante la fermentazione e dopo, per circa dieci giorni, si procede con la
movimentazione della massa che favorisce il contatto liquido (mosto/vino) solido (bucce). Questo
amplia e definisce la struttura del vino finito, che si intensifica con la maturazione prima in acciaio
per qualche mese, dopo in botti grandi di rovere francese per circa 8 – 12 mesi con successivo
affinamento in bottiglia per circa 12 mesi.
Note di degustazione: colore rosso intenso, profumi di sottobosco persistenti, equilibrato e piacevole.
Corpo importante.
Cibo & vino: si accosta a piatti grassi quali arrosti, grigliate e cacciagione.
In particolare consigliamo di abbinarlo al seguente piatto tipico: mazzarelle teramane.
Prima annata di produzione: 2006.
L’etichetta: fin dai tempi più remoti, la quercia fu considerata un albero sacro e da oracolare. Il suo
culto risale alla preistoria delle civiltà romane, greche e celtiche. Albero preferito dagli Dei e dagli
uomini tanto che conservare un truciolo di questo legno si pensava preservasse dalle disgrazie.
Questa credenza giunge fino ad un recente nostro passato, quando in Abruzzo si coglievano foglie di
quercia su cui era caduto un fulmine per affidarle alle povere reclute in partenza per la guerra. Si
pensava che grazie a questo talismano, i soldati non potessero essere colpiti dalle pallottole e questo
in base alla convinzione che dove il fulmine è caduto una volta non cadrà più.

American Express Apple Pay Bancontact Google Pay iDEAL Maestro Mastercard PayPal Shop Pay Visa